CARTA DEI SERVIZI Nido "Dai… Bimbi"

La trasformazione dei Servizi Prima Infanzia 0-3 nel Nido “Dai Bimbi…”, del Centro per l’infanzia San Zeno, da più di 10 anni presenti nel territorio di Olgiate Molgora, nasce in seguito al repentino cambiamento della situazione economica sociale vissuta dalle famiglie (molte più richieste di frequenze in orari articolati e diversificati durante la giornata o la settimana) e demografica del territorio (molte più famiglie si trovano senza rete parentale, come i nonni, a dover coniugare i tempi del lavoro e della genitorialità; nuove configurazioni monoparentali delle famiglie) che chiede in questo momento storico strutture in grado di modulare offerte più ampie e più accoglienti della propria situazione di rete familiare ed economica. La presenza della nuova struttura nel territorio anticipa e già lavora per essere coerente con i nuovi orientamenti della Recente Normativa prevista dalla Legge 107/215, cosiddetta de “La Buona Scuola”, attualmente allo studio per essere attuata anche nella rete della Scuole FISM, che vede come obiettivo principe la progettazione educativa coesa e in continua co-realizzazione nella fascia di età 0-6 anni, il Nido “Dai Bimbi” è infatti adiacente alla Scuola dell’infanzia stessa, può accogliere 32 bambini e già propone come naturale conseguenza, la continuità educativa tra i Servizi.

La Carta dei Servizi del Nido, recependo le indicazioni legislative e normative, in tema di qualità dei servizi, vuole essere uno strumento di conoscenza, di informazione e di tutela per gli utenti, garantendo chiarezza, trasparenza ed il continuo miglioramento del servizio.

Il Nido “Dai Bimbi…” intende offrire un servizio educativo rivolta alla prima infanzia ed alle famiglie attraverso la proposta di esperienze educative pensate e realizzate con la finalità principale di garantire non solo risposte quantitative ma soprattutto qualitativamente valide.

Il Nido “Dai Bimbi…” si ispira ai principi cristiani di equità, giustizia ed eguaglianza, e garantisce la libertà di accesso dei minori senza distinzione di sesso, di diversa abilità, nazionalità, etnia, religione e stato sociale. Il servizio si rivolge a famiglie residenti a Olgiate Molgora e nel territorio circostante, che abbiano la necessità o il desiderio di far vivere al proprio bambino un’esperienza di crescita e socializzazione con altri bambini e adulti, al di fuori del contesto familiare.

Organizzazione

Modalità d’iscrizione

La preiscrizione può essere fatta in qualsiasi momento dell’anno con la compilazione dell’apposito modulo di richiesta reperibile presso la Segreteria della Parrocchia di S. Zeno o presso la struttura stessa sia del Nido che della Scuola dell’Infanzia, chiedendo alla coordinatrice o alla segretaria presenti.

Dove ottenere informazioni

presso il Centro per l’Infanzia San Zeno (tel.039/508640) a Olgiate Molgora, in via C. Cantù 49/E, (LC)
Presso la Segreteria adiacente la Parrocchia di San Zeno, in Piazza S. Zeno,12 a Olgiate Molgora (tel. 039/9274111)
La segreteria del Centro per l’Infanzia si trova in Via C. Cantù 49/E, da lunedì a giovedì dalle 8.00 alle 10.00 presso il Centro per l’Infanzia stesso.
È possibile contattare la segretaria anche presso la sede parrocchiale di Piazza San Zenone 14, anche il sabato dalle ore 10.00 alle 12.00.

Criteri di ammissione

Durante il mese in cui il Nido apre alle famiglie per la giornata dell’Open Day (in genere Gennaio) le richieste di iscrizione verranno raccolte in una graduatoria che seguirà i seguenti criteri:

  • residenza nel comune di Olgiate Molgora;
  • presenza di un fratello/sorella frequentante il Nido o la Scuola dell’Infanzia nello stesso anno educativo;
  • disponibilità nei gruppi di riferimento, per età omogenea, dei bambini già frequentanti il servizio, per permettere la formazione il più possibile adeguata degli stessi gruppi
  • ordine di arrivo delle domande di pre-iscrizione.

Una volta definita la graduatoria, verrà poi resa nota alle famiglie telefonicamente.

Le iscrizioni presentate nei restanti mesi dell’anno, andranno ad occupare i posti liberi rimasti e comunque inseriti in una lista d’attesa, seguendo gli stessi criteri utilizzati per la raccolta delle domande in periodo di Open Day (gennaio/febbraio),fermo restando la disponibilità di posti liberi, nel gruppo per età più vicina all’età stessa del bimbo, di cui si chiede l’ingresso.

L’iscrizione viene ufficializzata

  • dopo l’avvenuta conferma di accoglienza da parte del Nido, che avverrà telefonicamente.
  • dopo aver riconsegnato in segreteria (o al Nido) il modulo di iscrizione interamente compilato
  • dopo il versamento di una quota d’iscrizione, che per l’anno scolastico 2018-2019 è fissata in € 50,00 ed è comprensiva della cancelleria che sarà posta a disposizione dei bambini, della assicurazione relativa all’anno scolastico e della documentazione fotografica che viene consegnata a fine anno
  • dopo il versamento (unitamente alla quota di iscrizione) dell’anticipo del 50% della retta mensile relativa alla fascia di frequenza scelta, dovuta come cauzione, che verrà poi detratta dalla retta dell’ultimo mese di frequenza del bambino al Nido (presumibilmente luglio), da eseguirsi entro la settimana seguente dalla comunicazione di accoglienza del bambino al Nido.

In caso di ritiro la quota di iscrizione e la cauzione non saranno rimborsate.

Età di ingresso

Il Nido accoglie bambini a partire dagli 8 mesi ai 3 anni. Altre situazioni particolari vengono considerate nella loro specificità.

Posti disponibili

I posti disponibili non superano quelli autorizzati. In caso di esaurimento posti si può inserire il proprio nominativo in una lista d’attesa.

Il rapporto educatrice/bambino

Il servizio assicura la presenza di una educatrice ogni otto bambini nella sezione, con aggiunta la presenza dell’educatrice di supporto e/o dell’ausiliaria, in alcuni momenti particolari o programmati della vita del Nido (pranzo, cambio, allestimento e conduzione esperienze strutturate, ambientamenti durante l’anno, Laboratori e momenti di Raccordo).

Due semplici riflessioni ci hanno guidato nel pensare e realizzare le sezioni composte da bambini di età diverse:

  • il gruppo di età omogenea non è “naturale” ma rappresenta piuttosto un’organizzazione mutuata dai livelli scolastici superiori, dall’impronta istituzionale. Fratelli, cugini, amici del cortile, costituiscono gruppi dove sono rappresentate diverse età.
  • La presenza di età diverse costituisce un aumento delle variabili e quindi, se si rispettano certe condizioni, una maggiore e migliore opportunità di scambi relazionali. Gli studi recenti e la sperimentazione nelle Regioni storiche dei Nidi, hanno portato a focalizzare alcune dinamiche per le quali la sezione mista rappresenta un contesto facilitante.

Le fasce di frequenza

  • Per tutto il giorno dalle 8:30 alle 16:30 – Tempo pieno
  • Dalle 8:30 alle 13:30 (uscita 13.00/13.30) – Part-time mattutino con pasto
  • Dalle 11:15 alle 16:30 (uscita 16.00/16.30) – Part-time pomeridiano con pasto
  • Part-time con pasto, anche alternato – (mattino/pomeriggio) con alternanza settimanale
  • Dalle 13.00 alle 16:30 (uscita 16.00/16.30) – Part-time pomeridiano senza pasto
  • Pre-Orario dalle 7:30 alle 8:30 – (attivo con un numero minimo di 3 richieste)
  • Tempo Prolungato dalle 16:30 alle 18:00 – (attivo con un numero minimo di 3 richieste)

Sono previsti, previo accordo con le educatrici e la coordinatrice,
per motivazioni importanti per la famiglia, cambi di orario della frequenza giornalieri e/o settimanali.

Apertura

Il Nido funziona dal lunedì al venerdì.
E’ aperto da lunedì 2°settembre a venerdì 30 luglio
Sono esclusi: il mese di agosto, le settimane di Natale e Pasqua, il giorno del Santo Patrono e le festività nazionali infrasettimanali. Ciò in linea con le chiusure stesse del Centro per l’Infanzia in cui il Nido è integrato e ai giorni di chiusura annuali regolamentati dalla rete FISM a cui il Nido è federato. Ogni anno verrà dato alle famiglie il calendario dettagliato.

MESI ESTIVI
Poiché nel “sistema Nido” viene considerata ordinaria dell’anno educativo l’apertura dal 1° settembre col termine del 31 luglio, le famiglie che NON intenderanno frequentare nel mese di luglio sono tenute ad:

  • avvisare per iscritto e con anticipo il Nido di tale intenzione
  • versare comunque il 50% della retta di frequenza in essere del loro bambino.

Retta mensile

La sola retta mensile di chi frequenta il Nido, comprensiva di spuntino, pasto, merenda (a seconda della fascia di frequenza scelta) e fornitura di materiale igienico sanitario, escluse maggiorazioni previste per orari di pre e post, avrà una riduzione pari al 10%, nel caso di più di un figlio iscritto nello stesso anno scolastico al Nido o alla Scuola dell’Infanzia.

Per il tempo pieno normale: dalle 8:30 alle 16.30
euro 585.00

Per il tempo Part-time con pasto: Mattutino: dalle 8.30 alle 13.30
Pomeridiano: dalle 11.00 alle 16.30
euro 425.00

Per Part-time senza pasto (solo pomeridiano): dalle 13.00 alle 16.30
euro 320.00

Precisiamo inoltre che il Nido offre un tempo prolungato per le seguenti fasce orarie:
Pre-orario del mattino: dalle ore 7:30 alle ore 8.30 al costo di € 30,00 al mese
(Quest’ultimo sarà attivo con un numero minimo di 3 richieste)
Post-orario del pomeriggio:dalle ore 16:30 alle ore 18:00 al costo è di € 60,00 al mese
(Quest’ultimo sarà attivo con un numero minimo di 3 richieste).

La retta di frequenza è da pagare entro il giorno 8 del mese di competenza.

Nei periodi di chiusura per Festività previste dal calendario scolastico non sono previste detrazioni della retta.
In presenza di un problema relativo al puntuale pagamento della retta a carico della famiglia è necessario prendere contatti con il Parroco al fine di valutare eventuali possibili soluzioni che comunque devono considerare le necessità della scuola, il principio di giustizia e quello di uniformità di trattamento.

COSA OFFRIAMO

Il nostro obiettivo è CREARE UN CLIMA EDUCATIVO-DIDATTICO ATTRAVERSATO DA UNA DIMENSIONE LUDICA, tenendo presente che il bambino che arriva al “Dai bimbi…” si presenta con una propria storia personale caratterizzata da vissuti e affetti, con le proprie capacità e potenzialità. Il nostro intervento è mirato a salvaguardare ciò che ogni bambino porta con sè, ma nello stesso tempo vuole aiutarlo nel suo percorso di crescita, facendo leva sul rapporto che il bambino instaura con i suoi compagni e le nuove figure adulte di riferimento e sulle attività-gioco che si svolgono durante la giornata, come ci ricordano gli esperti infatti “Il gioco si inserisce tra quei fenomeni transizionali che aiutano il bambino, che ha beneficiato di buone cure materne, a emanciparsi in maniera non traumatica dalla dipendenza materna, imparando l’autonomia e conservando una certa fiducia in una realtà positiva che lo protegge.”

Il Nido “Dai Bimbi” si propone come un ambiente favorevole per accogliere bambini in situazione di disabilità o con fatiche di crescita importanti.
L’intento è di accogliere pienamente il bambino con le sue caratteristiche e potenzialità, favorendone l’integrazione con gli adulti e con gli altri bambini ed accompagnandolo nella scoperta di sé e del mondo.
La coordinatrice è disponibile per colloqui con i genitori e collabora con i servizi socio-sanitari che seguono il bambino nel suo sviluppo per rendere l’esperienza educativa del NIDO coerente.

Insieme alle educatrici, la coordinatrice cura la riflessione e la personalizzazione dell’intervento concreto mettendo in atto anche tutti gli adeguamenti organizzativi che si rendono necessari. Laddove fosse indispensabile, per garantire una esperienza sociale ed educativa adeguata alle caratteristiche del bambino, la presenza di una figura di sostegno, la coordinatrice, unitamente al Presidente, inoltrerà domanda di assegnazione di risorse per l’integrazione agli Enti territoriali di competenza.
Il servizio, in relazione all’integrazione, per tutti gli aspetti di riflessione sia pedagogico-educativa che gestionale, può avvalersi della consulenza delle coordinatrici di rete per la disabilità della F.I.S.M. provinciale di Lecco. Sono previsti inoltre incontri tra la famiglia, l’equipe educativa, eventuali specialisti.

Lo spazio

Lo spazio è stato pensato nel desiderio di rispondere all’interesse di crescita di ogni bambino ed al suo desiderio di conoscenza, al fine di accompagnarlo alla conquista dell’autonomia personale. L’ambiente è suddiviso in: 2 aule-sezioni, 1 sala allestita in parte come refettorio per i gruppi dei bimbi Mezzani e Grandi, e in parte come spazio laboratoriale, 1 sala per le esperienze di psicomotricità, 1 stanza della nanna, i servizi, la cucina, e un piccolo ufficio. Ogni aula-sezione è organizzata in angoli di gioco protetti, dove ogni bambino può sentirsi accompagnato nella libertà di esprimere la propria personalità. I colori, i materiali e l’arredo sono pensati per rendere accogliente e bello il nido, per permettere al bambino di sentirsi accolto, sicuro e libero di esprimere sé e la propria personalità.
Al Nido è annesso uno spazio verde che consideriamo una fondamentale risorsa educativa, una ulteriore possibilità per sviluppare relazioni significative.
Il giardino è un luogo in cui il gioco motorio si unisce al desiderio di esplorare, costruire, scoprire, incontrare.
Nella suddivisione degli spazi sono state rispettate le norme per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

L’ambientamento

Il Nido rappresenta la prima comunità educativa con la quale la famiglia, con un bambino piccolo, entra in contatto e nella quale conosce persone nuove. L’ambientamento, pertanto, è un momento molto delicato ed è importante nella vita del bambino e dei suoi genitori. Perché il bambino possa compiere questo passo in modo sereno, nei primi momenti di frequenza è fondamentale che la presenza del genitore sia rassicurante e di mediazione rispetto al nuovo ambiente. E’ ormai consuetudine nei nostri Servizi 0-3 prevedere l’ambientamento dei bambini in modo scaglionato ed in piccoli gruppi, per favorire e creare un clima di accoglienza disteso e tranquillo, e per una maggiore condivisione dell’esperienza con le famiglie del bambino. Successivamente il genitore si allontana dalla sezione per periodi sempre più lunghi, fino al momento in cui il bambino è pronto a sostenere la frequenza in modo autonomo. Il distacco dal genitore ed i modi di realizzarlo dovranno essere concordati con le educatrici. E’ di fondamentale importanza lo scambio e la collaborazione che si instaura tra le educatrici e la famiglia per individuare condizioni e forme favorevoli all’ambientamento del bambino. Normalmente il tempo richiesto è di 15 giorni. Le precedenti esperienze ci portano a chiedere alle famiglie di scegliere e mantenere una sola figura (mamma, papà, nonna/o) che accompagni il bambino nella fase d’ambientamento, laddove fosse possibile, così da evitare altri cambiamenti in itinere in una fase iniziale cosi delicata. L’ambientamento, di norma, avviene nei mesi di Settembre e Ottobre e ogniqualvolta ci sia la disponibilità di posti, escluso il mese di Luglio.

Una giornata tipo

La giornata al nido vuole essere la continuazione dell’esperienza educativa quotidiana che ogni famiglia vive, nella naturalezza dei ritmi e dei momenti che la caratterizzano: sono gesti che si ripetono quotidianamente e scandiscono il tempo. Il ritmo della giornata tiene conto delle diverse fasce di età dei bambini e favorisce un clima sereno e tranquillo. Tutto questo nasce dalla consapevolezza che ogni momento della giornata (l’accoglienza, il cambio, il gioco, il pranzo…) è prezioso ed educativo.

7.30 – 8.30 | Accoglienza dei bimbi del pre-orario
8.30 – 9.00 | Accoglienza in sezione
9.00 – 9.15 | Ambientamento ed esplorazione libera
9.15 – 9.30 | Momento di riordino condiviso e Canzoncine
9.30 – 10.00 | Spuntino e cambio
10.00 – 11.00 | Esperienza, esplorazione e laboratori
11.30 (Per i piccoli)
12.15 (per i mezzani/grandi) | Pranzo nelle rispettive sezioni
12.30 – 13.00 | Cambio e relax per prepararsi all’uscita (per chi esce) o alla nanna 13.00/13.30 | Uscita dei bambini della frequenza part-time con pasto
13.00 | Accoglienza part-time pomeridiano senza pasto
13.00 – 15.00 | Nanna
15.30 – 15.45 | Sveglia e merenda
*** 16.00/16.30 | Uscita per i bambini con orario full-time
16.30 – 18.00 | Esperienze strutturate e spuntino per il tempo prolungato.

Questa scansione dei tempi e delle esperienze proposte sarà quanto più possibile mantenuta, pur restando le operatrici flessibili al riguardo; ciò per permettere ai bambini di sentirsi tranquilli e sicuri essendo a conoscenza di “cosa viene dopo” aver salutato la mamma o l’adulto di riferimento.

Le figure professionali

Le educatrici sono le figure primarie con le quali, all’interno del nido, si rapportano i bambini ed i loro genitori. Hanno il compito di progettare e proporre le esperienze laboratoriale e le esplorazioni con i bambini e gestiscono l’organizzazione degli spazi e dei tempi della giornata in base alle esigenze del gruppo di bambini di cui si prendono cura. Promuovono anche gli incontri individuali e di sezione con i genitori. Attualmente il personale educativo è composto da 6 educatrici.

Coordinamento interno: un’educatrice svolge anche la funzione di coordinatrice educativa che coordina e vigila sul personale docente e non docente in servizio; cura i rapporti con le famiglie, gli enti locali, la FISM provinciale; si occupa in accordo con la coordinatrice della Scuola dell’Infanzia, di promuovere un pensiero 0-6 per concretizzare il raccordo tra i due Servizi.

Coordinamento pedagogico: a richiesta, una Pedagogista esterna, collegata alla Rete FISM, interviene per promuovere la qualità dell’operato del Nido, attraverso momenti di supervisione.

Gli operatori di appoggio e servizio supportano le educatrici nelle loro attività, collaborando alla manutenzione e preparazione dei materiali didattici e al buon funzionamento del servizio, e curano gli ambienti del nido, garantendo locali puliti e ordinati. Attualmente gli operatori addetti ai servizi sono una ausiliaria, che integra e supporta il lavoro delle cuoche nella preparazione dei cibi, e una collaboratrice che si occupa dei lavori di igienizzazione e sanificazione.

Il personale operante è in possesso dei titoli di studio previsti dalla legge e segue permanentemente i corsi di formazione e aggiornamento, obbligatori in Lombardia, indetti dalla Regione Lombardia e promossi dalla FISM provinciale e dagli altri Enti competenti (VVF, ATS).
E’ prevista la possibilità di frequenza per stages a tirocinanti di scuole ad indirizzo pedagogico-educativo del territorio ed anche a studenti universitari frequentanti facoltà sempre a indirizzo psico-pedagogico.

Il team delle educatrici e la coordinatrice lavorano collegialmente con le insegnanti e con la coordinatrice della Scuola dell’infanzia nella fase della continuità pedagogica ed in particolari momenti dell’anno.

Partecipazione dei genitori alla vita del Nido

La comunicazione fra le famiglie e il nido viene garantita attraverso vari strumenti.

Incontro per i nuovi iscritti: solitamente negli ultimi mesi dell’anno educativo precedente al loro ingresso.

Incontro con i genitori dei bambini iscritti: viene effettuato un incontro con i genitori dei bambini già frequentanti per un saluto, per informare i genitori delle eventuali novità e per ricordare piccole regole di convivenza.

Comitato di gestione: è un organo di partecipazione che ha funzione essenzialmente consultiva, in ordine agli indirizzi amministrativi, assistenziali, pedagogici ed organizzativi del Nido, all’interno del quale sono presenti 2 rappresentanti dei genitori: uno espresso dai genitori rappresentanti della Scuola dell’Infanzia, e uno dai genitori rappresentanti del Nido.

Assemblea dei Genitori: si riunisce almeno una volta all’anno, oltreché per l’eventuale nomina dei rappresentanti dei genitori in seno al Comitato stesso.

Riunioni con i genitori: sono previsti incontri di inter-sezione con i genitori in un’ottica di condivisione-verifica dell’esperienza Nido.

Incontri individuali: per i bambini nuovi iscritti viene effettuato, prima dell’ambientamento, un colloquio tra le educatrici della sezione ed i genitori. Questo incontro ha lo scopo di favorire la conoscenza tra le parti e, soprattutto, di acquisire informazioni sul bambino al fine di favorire e facilitare l‘ambientamento e la sua permanenza al Nido. Anche durante l’anno, vengono programmati altri colloqui individuali atti a creare una reale “alleanza educativa” fra famiglia e Nido.

Incontri di approfondimento per genitori, aperti a tutta la cittadinanza, su tematiche educative.

“Diario di Bordo”: anticipa sinteticamente nei contenuti quello che poi diventerà il Quadernone delle tracce consegnato ad ogni bambino. E’ a disposizione delle famiglie che possono prenderlo, portarlo a casa e sfogliarlo insieme ai loro bambini; viene di volta in volta riconsegnato al nido per essere riaggiornato con nuove foto ed elaborati ed essere a disposizione per altre famiglie.

Feste: nel corso dell’anno educativo vengono organizzate almeno due feste che caratterizzano momenti significativi della vita dei bambini e costituiscono una occasione d’incontro fra tutto il personale del Nido e le famiglie dei bambini.

Questionari di rilevamento del gradimento: durante l’anno il Nido effettua azioni di indagine per valutare il grado di soddisfazione del servizio attraverso la somministrazione di uno o più questionari.

Documentazione interna

Le educatrici elaborano in équipe, una programmazione delle ESPERIENZE, allestiscono una documentazione illustrativa e di verifica dopo ogni fase svolta del progetto annuale che si è presentato ai genitori; raccolgono gli elaborati dei bambini e li arricchiscono di commenti e notizie trasformandoli in un documento completo che testimonia le tracce indelebili e speciali lasciate dai loro bambini durante il viaggio al “Da Bimbi…”.

  • Traccia delle esperienze agite durante la mattinata e avvisi in bacheca, resoconti delle riunioni, uno stretto giro di “posta” tengono informati i genitori (anche coloro per motivi di lavoro sono spesso assenti) su quanto accade e sulle novità.
  • Foto e filmati delle esperienze strutturate o dei momenti di routine, cartelloni parlanti con le foto dei bambini intenti nell’esperienza, elaborati esposti dei bambini, aiutano i genitori a vedere e immaginare come è il tempo che il proprio bambino trascorre con noi.
  • Agende quotidianamente aggiornate e strumenti comunicativi personalizzati (foglietto quotidiano) per avere una restituzione giornaliera e per comunicare direttamente con la propria educatrice di riferimento nel caso il genitore non sia presente nei momenti di accoglienza e/o di ricongiungimento.
  • Lettera mensile per aggiornare i genitori sugli accadimenti logistici, delle iniziative e le eventuali riflessioni educative emerse in équipe che le educatrici desiderano condividere.

PICCOLE REGOLE DI CONVIVENZA

  • E’ importante attenersi con puntualità agli orari di entrata e di uscita, perché i bambini possano vivere tranquillamente le routines della giornata e per rispettare gli orari di lavoro delle educatrici
  • E’ vietato per i bambini indossare braccialetti, orecchini e collane durante l’orario di frequenza al Nido, per evitare incidenti pericolosi
  • E’ necessario concordare con l’educatrice quale adulto seguirà l’ambientamento del bambino
  • Per ogni informazione (costi, frequenza, ecc) e per i pagamenti, rivolgersi ai responsabili del Nido o in Segreteria
  • In caso di malattia o di assenza si prega di AVVERTIRE telefonicamente SEMPRE LE EDUCATRICI ENTRO le 9,30 del mattino per poter organizzare la cucina e le esperienze del giorno.

Ricordiamo infine che il cellulare del Nido è sempre acceso dalle 7,30 alle 18,00 dal lunedì al venerdì (consigliamo ai genitori di memorizzare il numero cosicché da poter richiamare il Nido in caso di chiamate perse di emergenza).

COSA PORTARE AL NIDO

  • Un cambio completo dentro uno zainetto o un sacchettino con nome e cognome all’esterno (2 body, 2 paia di calzini o calze lunghe, 2 pantaloni o leggins, 2 magliette, 1 felpa) mutande per chi fosse già senza pannolino..
  • ciuccio e portaciuccio contrassegnato (se in uso)
  • cappellino (per primavera-estate)
  • 3 foto (2 piccole e una grande)
  • 2 bavaglini (con elastico per incentivare l’autonomia) per chi frequenta senza il pranzo
  • 5 bavaglini (con elastico per incentivare l’autonomia) da cambiare quotidianamente dopo il PRANZO, contenuti in una ulteriore sacca
  • 1 asciugamano grande per il cambio sul fasciatoio
  • 1 lenzuolino (per chi fa la nanna) e 1 cuscino con federa (per chi è abituato ad usarlo)
  • 1 copertina di lana o cotone (per chi fa la nanna e a seconda della stagione)
  • 1 paio di calzini antiscivolo o ciabattine (in base alle abitudini di ogni bimbo)

TUTTO deve essere CONTRASSEGNATO con NOME E COGNOME (INIZIALI)
SI CONSIGLIA DI VESTIRE I BAMBINI CON ABBIGLIAMENTO COMODO e a STRATI, che permetta e favorisca l’autonomia. Grazie

Iscriviti alla newsletter

© 2019 Centro per l'Infanzia San Zeno. Privacy Policy | Cookies Policy | Form Policy

Bitnami