Home Page > Spazi > SEZIONE PRIMAVERA
SEZIONE PRIMAVERA

SEZIONE PRIMAVERA

L'ambiente comunica in maniera silenziosa la sensazione di sentirsi protetti e contenuti in spazi pensati per facilitare la conquista della propria autonomia e, quindi, della propria individualità. Si tratta di spazi affettivi in cui si giocano vissuti ed emozioni e che quindi devono essere accoglienti, rassicuranti, con elementi di familiarità, continuità affettiva e stabilità, spazi circoscritti, raccolti, in cui accanto alla sperimentazione, ognuno possa trovare se stesso.

La scelta dei materiali e degli arredi è molto importante per la predisposizione di ambienti piacevoli, in cui l'offerta è chiara, in cui i bambini si sentono accolti , non frastornati da un sovraccarico di stimoli, facilitati a stare in gruppo o da soli, nel rispetto dei tempi e dei desideri individuali. Questo richiede l'attenzione a strutturare spazi in cui accanto al poter vivere serenamente la relazione coi compagni (vicinanza, lontananza, imitazione, cooperazione, scoperta, trasformazioni), il bambino possa individuare spazi e tempi personali dove stare anche un po' “da solo”.

Proprio con queste motivazioni abbiamo cercato di rimodulare lo spazio offerto ai vostri bambini.

Si è pertanto pensato ad una stanza accoglienza con presenti angoli di gioco-attività semplici ed essenziali (la pista con le macchinine – la fattoria con gli animali, le famiglie di animali – i  giochi da traino – uno scivolo e materassi per esperienze psicomotorie – un divano con libretti che raccontano di distacchi e ricongiungimenti).

L'educatrice può stare ferma e accogliere il bambino accompagnato dai suoi cari,  lasciare un tempo dedicato alla coppia genitore-bambino per un'accoglienza personalizzata, fare da ponte tra il bambino e la mamma che lo saluta e l'ambiente che lo aspetta, ascoltandone  il bisogno. Sempre in quella stanza i bambini attendono i loro cari per ricongiungersi a loro, l'educatrice quindi ritrova i genitori, racconta loro quanto è avvenuto in loro assenza,  e cerca di riavviare il contatto e la comunicazione  dal saluto  nel momento dell'accoglienza.

 

L’aula della Sezione Primavera è suddivisa in spazi più piccoli con diversi allestimenti. Lo spazio acquista un valore affettivo poiché il bambino vi trascorre momenti di valore: l’arrivo al mattino, le diverse attività di gioco, il momento del pranzo, la storia raccontata dalla sua insegnante, il momento di gioco simbolico con quel bambino.., la strutturazione in “angoli” oltre a permettere diverse possibilità di gioco, offre al bambino un maggior senso di protezione e quindi di sicurezza; inoltre i bambini possono dividersi in piccoli gruppi che favoriscono una maggiore concentrazione nelle varie attività.

Tra gli angoli allestiti troviamo:

Spazio cucina. Si tratta di un angolo “a misura di bambino” preposto al gioco simbolico, con tutti i significati proiettivi e quelli relativi allo sviluppo affettivo.. E’ presente una cucina con mobili contenitivi, tavolo, sedie e oggetti della cucina finti ma anche veri (caffettiere, cucchiai, piatti ecc.)

Spazio delle bambole. Dove troviamo oggetti che favoriscono il gioco di cura quali: spugne, pannolini, creme, ecc.. E’ uno spazio protettivo che aiuta il bambino ad esternare sulla bambola i propri sentimenti. Non tutto il materiale è a disposizione, l’educatrice potrà impostare nuovo giochi introducendo, sotto la sua guida nuovi oggetti ( phon, bigodini, bende, cerotti ecc.). I giochi attivati saranno di imitazione, di identificazione, giochi simbolici.

Spazio travestimenti. E’ un momento proposto di volta in volta dell’educatrice attraverso  l’uso di vestiario e oggetti adatti, stimola  la percezione del corpo, delle sue parti, l’osservazione allo specchio, lo sviluppo della fantasia,  favorisce la drammatizzazione di una situazione pensata, la libera espressione legata alla gestualità e alla mimica, la capacità di osservazione e d’imitazione degli altri bambini.

Spazio a tappeto o a terra, con materiale vario: materiale destrutturato o strutturato (famiglia di animali, casette, macchinine).

Spazio  morbido della tana, con cuscini e materassi : risponde ai momenti di isolamento del bambino, quando vuole stare tranquillo.

Spazio del gioco corporeo: dà la possibilità al bambino di conoscersi sperimentando il movimento, la salita/discesa dal piccolo scivolo morbido, degli scalini, di passare sotto/sopra il ponte, di vivere situazioni di equilibrio e disequilibrio, apprendendo attraverso la ripetizione di tentativi/errori e successi.